Sabrina Fantini


TRATTAMENTI BENESSERE

DISCIPLINE BIO-NATURALI


Infertilità: come affrontare il problema con rimedi naturopatici e la riflessologia plantare

IL BIMBO CHE VORREI®
La Strada della Naturopatia per coppie in cerca di un bimbo

Con lo scopo di offrire alle coppie che vivono l’esperienza dell’Infertilità l’opportunità di un percorso naturale ed umanistico accanto o ad integrazione di quello proposto dalla moderna Medicina delle Procreazione, nasce “Il Bimbo che Vorrei”®, un percorso naturopatico che, ispirandosi alla filosofia dell’olismo, concepisce l’uomo nella sua complessità fisica, psichica ed emotiva e, contemporaneamente, nella sua unicità difficilmente omologabile in protocolli uguali per tutti.

Il suddetto percorso, innovativo e unico in Italia, affonda la sua validità nelle evidenze emerse dallo studio scientifico condotto presso il Centro Cantonale di Fertilità, Clinica “La Carità” dell’Ospedale di Locarno -Svizzera- (dott. Juerg Stamm primario, dott.ssa Paragona androloga, dott. Micioni psicologo) nel corso del biennio 2007-2009 da Claudia Barzaghi e Claudia Polenghi, naturopate, con lo scopo di verificare se l’adozione di determinate metodiche naturopatiche potesse avere un’incidenza significativa in termini positivi sulle medie di successo delle attuali tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita (in particolare IUI, FIVET, ICSI).

I risultati dello studio (che trovate pubblicati nel sito www.spazioindaco.com) hanno scientificamente evidenziato che una coppia che abbina l’iter naturopatico alle tecniche di inseminazione classiche ha la probabilità di esitare in gravidanza e portarla a termine una volta e mezza superiore rispetto ad una coppia che affronta semplicemente le inseminazioni e i relativi protocolli farmacologici.

Il percorso naturopatico è rivolto sia alle coppie che stanno intraprendendo l'iter di Procreazione Assistita sia a quelle che semplicemente sono alla ricerca di un bimbo che tarda ad arrivare e che non desiderano affrontare la medicalizzazione della problematica.

Le evidenze dello studio scientifico hanno consentito di rendere oggettive valutazioni ed esperienze empiriche di cui noi naturopate siamo testimoni quotidianamente e ciò ci spinge a divulgare sempre più questo approccio.

E’ inoltre importante sottolineare quanto questo lavoro ci consenta, a prescindere dai risultati oggettivi e dall’obiettivo che la coppia si prefigge, di vivere ogni volta e con ogni coppia un’esperienza umana e professionale ricca ed indimenticabile.

Da Luglio 2010 anche Sabrina Fantini collabora con Claudia Polenghi, ideatrice de IL BIMBO CHE VORREI, effettuando il ciclo di sedute di riflessologia plantare anche sul territorio di Brescia.

INTERVISTA A CLAUDIA POLENGHI

Di seguito pubblichiamo l'intervista a Claudia Polenghi, Naturopata e ideatrice de "IL BIMBO CHE VORREI", che con le sue risposte potrà aiutarvi a comprendere meglio il percorso proposto.

Come è nata l'idea del percorso "Il Bimbo che Vorrei"?
Il percorso de "Il Bimbo che Vorrei" è nato dal desiderio di sostenere, agevolare, coadiuvare le numerose coppie che intraprendono, sempre più numerose, l'iter della Medicina della Procreazione per realizzare l'intimo desiderio di avere un bimbo. Il percorso che conduce alle inseminazioni è, per la maggior parte delle coppie, arduo ed impegnativo, sia dal punto di vista fisico (soprattutto la donna si sottopone a numerose indagini, controlli e protocolli farmacologici di rilevanza) sia da quello psicologico ed emotivo poichè spesso dominano paure, ansie, preoccupazioni.... Il percorso naturopatico è un valido aiuto di supporto alla coppia per entrambi gli aspetti ed accompagna all'inseminazione sostenendone anima e corpo.

A chi è rivolto il percorso?
Il percorso naturopatico è rivolto a tutte le coppie che desiderano avere un bimbo, sia che esse scelgano di seguire l'iter classico di Procreazione Medicamente Assistita sia che decidano di percorrere la via del concepimento nella loro naturale intimità.

Su quali metodiche si basa il percorso?
Il percorso adotta, per scelta validata dai risultati scientifici emersi dallo studio condotto presso la Clinica dell'Ospedale di Locarno (Svizzera), tre metodiche specifiche di naturopatia: floriterapia, fitoterapia, reflessologia plantare unitamente a consigli alimentari specifici, utili per migliorare le possibilità di concepimento.

Quali sono stati i risultati dello studio scientifico che avete svolto?
Insieme alla collega Claudia Barzaghi, ho condotto, presso la Clinica "La Carità" di Locarno diretta dal dott. Juerg Stamm, uno studio pilota su un campione di 24 coppie con diagnosi di infertilità idiopatica (senza causa organica evidente) con lo scopo di verificare se l’adozione di determinate metodiche naturopatiche potesse avere un’incidenza significativa in termini positivi sulle medie di successo delle attuali tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita (in particolare IUI, FIVET, ICSI). I risultati dello studio hanno scientificamente evidenziato che una coppia che abbina l’iter naturopatico alle tecniche di inseminazione classiche ha la probabilità di esitare in gravidanza e portarla a termine una volta e mezza superiore rispetto ad una coppia che affronta semplicemente le inseminazioni e i relativi protocolli farmacologici. Inoltre, nelle coppie del gruppo sperimentale si è riscontrato un incremento delle percetuali di concepimenti naturali. Questi meravigliosi risultati ci hanno spinte a proporre a tutte le coppie, attraverso "Il Bimbo che Vorrei", l'opportunità di affrontare la condizione d'infertilità in maniera più naturale e meno invasiva.

Lo studio scientifico è stato fatto su coppie con diagnosi di "infertilità idiopatica". Il percorso "Il Bimbo che Vorrei" è rivolto solamente a coppie con questa diagnosi o anche ad altri?
Il percorso è rivolto a tutte le coppie che vivono la problematica dell'infertilità e non solo a quelle che hanno avuto diagnosi di infertilità idiopatica. Questo perchè la naturopatia o, meglio dire, la Natura aiuta e sostiene la persona nella sua integrità e l'approccio naturopatico migliora le condizioni psicofisiche della persona a prescindere dal tipo di patologia o di disagio che la stessa sta vivendo.

Cosa devono fare le coppie interessate al percorso per avere maggiori informazioni?
Le coppie interessate al percorso possono consultare il sito www.spazioindaco.com e/o chiamare gratis il n° 334-5396904 senza impegno e per ulteriori informazioni. La sede centrale de "Il Bimbo che Vorrei" è a Rivergaro (Piacenza) mentre le sedi a cui le coppie possono appoggiarsi per le sedute di reflessologia plantare sono a Brescia, Varese e Milano.

Per ulteriori informazioni sul progetto, le metodiche utilizzate, il programma, i costi e molto altro vi invitiamo a visitare il sito della Naturopata Claudia Polenghi www.spazioindaco.com

I dati ricevuti via e-mail saranno utilizzati al solo scopo di fornire le informazioni richieste e saranno soggetti al massimo riserbo, in piena ottemperanza della normativa vigente sulla privacy (D. Lgs. 196/2003), e quindi non potranno essere divulgati a terzi senza esplicito consenso dell'interessato.

La Dieta della Fertilità La Dieta della Fertilità
I cibi e le sostanze benefiche per lei e per lui
Sarah Dobbyn

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

L'Energia Vitale della Donna L'Energia Vitale della Donna
Il benessere femminile nella medicina tradizionale cinese
Zhao Xiaolan, Kanae Kinoshita

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Quello Che gli Uomini Non Dicono Quello Che gli Uomini Non Dicono
La crisi della virilità
Roberto Marchesini

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Ascolta il tuo corpo Ascolta il tuo corpo
Il tuo migliore amico sulla Terra
Lise Bourbeau

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Copyright © 2008. Designed by Free Flash Templates
Atmosfere d'Oriente di Sabrina Fantini - Sede Legale: Via Pesce, 11 - 25064 Gussago (Bs) - P.I. 02711350989 
Libera professione ai sensi della legge 14/01/13 n. 4 - Operatrice discipline bionaturali